CHI SIAMO

Il KIHON è un' Accademia indipendente e aperta a tutti coloro che ne condividano i propositi, senza discriminazioni di sesso, età, razza, religione, orientamenti sessuali e politici.

Il KIHON  si occupa dell' insegnamento e della promozione di valori educativi e sociali attraverso la pratica di diverse attività quali

ARTI MARZIALI
Propedeutica per bambini

Kihon Kenpo

Kihon Aikido

Aikibudo

 

OUTDOOR
Escursionismo

Equitazione

Vela

 

ARTE , CULTURA E VALORI SOCIALI

 

Finalità e Metodo

Il nostro fine è la crescita personale di ognuno e il miglioramento della società.

Il Kihon non è una scuola indipendente perché convinta di bastare a se stessa, bensì, indipendente per preservare la libertà di imparare da chiunque possa insegnare qualcosa.

“Kihon” è una parola giapponese che vuol dire “qualcosa di fondamentale, di basilare”, “nocciolo (di un discorso o di una questione)”, “base” ecc. Qualcosa insomma dalla quale dipende tutto l’evolversi di una questione, o di una tecnica, o di una teoria. Il Kihon è un po’ come le fondamenta di un edificio, dalle quali dipende il fatto stesso che l’edificio rimanga in piedi oppure no, indipendentemente dalla bellezza o l’eleganza della costruzione. E’ proprio  su questi concetti che si basa il lavoro che quotidianamente svolgiamo.
Noi del Kihon abbiamo un unico scopo: “capire, senza pregiudizi o dogmi, l’essenza di quello che studiamo, dal semplice spostamento di un piede alla tecnica più articolata, alla Via interiore che abbiamo scelto di percorrere.
A tal fine abbiamo provato a schematizzare il processo logico di analisi e comprensione che abbiamo messo appunto nel corso degli anni: il METODO KIHON

Il KIHON propone percorsi di crescita del proprio essere a 360°. Ogni attività che fa parte della nostra offerta formativa infatti viene selezionata sulla base delle sue peculiarità didattiche e formanti.

Ma perché proponiamo percorsi formativi in ambiti apparentemente così differenti?

 Per un motivo molto semplice. Perché crediamo che ognuno di noi sia differente nelle inclinazioni e nelle motivazioni e quindi che ognuno abbia per così dire una "chiave di volta". Quindi per alcuni tale chiave potrà essere costituita dalle Arti Marziali (delle quali ci occupiamo da sempre), mentre per altri dalle uscite in montagna, o dall'esperienza in barca a vela, o dalla creazione artistica  ecc... Il principio di base è che non esiste un'attività migliore di un'altra, ma semplicemente la più giusta per se stessi e per il percorso che il nostro animo è chiamato a intraprendere.
In proposito è importante notare che abbiamo cambiato non solo il nostro simbolo, ma anche la nostra intestazione che prima era "Libera Accademia di Arti Marziali" e ora è "Libera Accademia della Via". Questo sta a significare quindi che la nostra attenzione non è più esclusivamente orientata allo studio dei percorsi marziali, ma che si amplia alla Via in senso lato. Via intesa come percorso interiore di crescita e di evoluzione dell'animo, crescita che può avvenire praticando cose diverse, ma che condividono lo scopo unico.... CRESCERE! Esattamente come diversi sentieri che si inerpicano su una stessa montagna. Ognuno può scegliere quello a lui più congeniale, ma tutti alla fine portano alla stessa vetta.

Per approfondimenti riguardo le attività e i percorsi formativi che il KIHON propone, sono disponibili ai link del menu di sinistra.


Il nostro simbolo

Il nostro simbolo rappresenta la nostra ricerca.... la nostra missione.... e i presupposti necessari perché essa possa tramutarsi in realtà.

Esso si compone essenzialmente di tre importanti elementi: il punto al centro, la montagna e un vortice di energia che parte dall'esterno e che arriva al seme. Cerchiamo ora di capirne l'interpretazione:

Il punto al centro rappresenta un seme che simbolicamente identifica il Kihon. Tale seme è al centro di una montagna che rappresenta i detriti che il tempo e l'uomo fa sedimentare e che rendono impossibile al seme di essere visto e la sua germinazione (un seme con troppa terra su di esso non riesce a germogliare). Il vortice di energia è formato dall'unione di quattro forze che stanno a simboleggiare "i quattro pilastri che sostengono il tempio della crescita", quindi le quattro qualità che riteniamo essere necessarie al raggiungimento di qualunque tipo di evoluzione dell'essere in ogni ambito: UMILTA', IMPEGNO, PERSEVERANZA, ONESTA'. Solo l'unione di queste quattro forze può dare la spinta e la direzione necessaria a penetrare la montagna fino ad arrivare al seme, quindi al KIHON, che come abbiamo già detto è una parola giapponese che sta ad indicare il principio di base.

In sostanza quindi il simbolo esprime il lavoro e lo studio che quotidianamente facciamo per carpire il principio originario delle tecniche e della filosofia ad esse correlata. Noi riteniamo infatti che tale principio originario abbia subìto nel corso del tempo e delle interpretazioni degli uomini (la montagna di detriti), una serie di modificazioni che l'hanno reso apparentemente .... falso (quindi il seme invisibile). E' questo un meccanismo molto frequente nella storia. Se pensiamo al principio che animava la fede dei primi seguaci del Cristianesimo e poi la sua degenerazione in aberrazioni quali ad esempio la Santa Inquisizione, o il fenomeno dell'Integralismo Islamico derivante dalle false interpretazioni del Corano che professa principi completamente opposti alla violenza.... ecc. Analogamente nelle Arti Marziali alcuni elementi derivanti dalla momento storico, da contesti socio culturali, da scelte strategiche o più semplicemente da interpretazioni errate di praticanti che poi sono diventati "maestri", hanno portato a modificare tecniche e principi fino a trasformarle in qualcosa di lontano e molte volte inefficace verso i propositi di base che possiamo identificare con: difesa (intesa come applicazione di tecniche in grado di far uscire in maniera efficace da una situazione di vero pericolo) e crescita interiore. Il nostro compito è ritornare alla fonte e far germogliare il seme originario... coltivarlo con cura perché dia buoni frutti.